Il tuo browser è obsoleto.

Internet Explorer non è più supportato. Utilizza un altro browser per una migliore qualità del sito web.

Collisione fra automobile e bicicleta

nov 2020

Esempi di incidenti

Crash-test DEKRA

Configurazione del crash-test:
In questo crash-test un’automobile è stata fatta accelerare fino a 40 km/h per poi impattare sul lato sinistro di una bicicletta che attraversava la strada. Dal punto di vista dell’automobilista, la bici si muoveva verso il punto di collisione in un angolo di 110 gradi e con una velocità di 20 km/h provenendo da destra. Il manichino da crash-test “Hybrid III” utilizzato come ciclista (50%) indossava un casco- airbag al collo. In caso di incidente si attiva un airbag che avvolge il capo e protegge in questo modo tutta la regione della testa.

Dinamica del crash-test:
Dopo il primo contatto dell’automobile con la bicicletta, il manichino è stato sbalzato di sella, ha colpito il cofano motore infrangendo il parabrezza con la testa. Dopo aver avviato la frenata dell’automobile, il manichino è stato scaraventato lateralmente cadendo a terra. Durante l’intero svolgimento del crash- test, il casco-airbag non si è attivato.

Veicoli coinvolti:
Una bicicletta e un’automobile.

Risultati del crash-test:
Nell’urto contro il parabrezza i valori di sollecitazione nella regione della testa erano molto superiori ai valori limite biomeccanici. Nell’impatto secondario a terra, nella zona della testa è stata rilevata una sollecitazione addirittura maggiore. Nel mondo reale, una persona coinvolta in un incidente con uno scenario del genere non avrebbe avuto alcuna chance di sopravvivere senza casco. Non è stato possibile ricostruire il motivo della mancata attivazione del casco-airbag né al momento dell’urto primario né al successivo impatto a terra.

Possibilità di impedire l’incidente o ridurne le conseguenze / approccio per le misure di sicurezza stradale
Un casco da bici avrebbe avuto un effetto protettivo sia nell’urto primario sul parabrezza sia in quello secondario a terra, aumentando significativamente le chance di sopravvivenza. In molti scenari di caduta il casco-airbag presenta un livello protettivo più elevato rispetto ai caschi da bici convenzionali. Nelle collisioni tra bici e automobili sembra tuttavia che – come ha dimostrato un ulteriore crash- test DEKRA – vi siano ancora problemi con l’algoritmo di attivazione, per il quale sono auspicabili dei miglioramenti.

Condividi pagina