Educazione al traffico e alla mobilità

mag 2019

Il Fattore Umano

Bambini con berretti per bambini e giubbotto di sicurezza
Bambini con berretti per bambini e giubbotto di sicurezza

Numerosi esperti concordano sul fatto che il processo di apprendimento nella direzione di una partecipazione al traffico sicura e competente deve iniziare il prima possibile. Ancor prima di frequentare l’asilo, l’insegnamento delle competenze relative al traffico deve iniziare in casa per poi continuare all’asilo e a scuola. Tuttavia, la mobilità e l’educazione al traffico hanno successo solo se possono essere implementate in modo ottimale nella vita di tutti i giorni sulla strada, per cui diventa possibile la formula “Learning by doing”, ossia imparare attraverso la pratica.

Nei loro primi anni di vita, i bambini hanno più probabilità di muoversi insieme ai loro genitori. Gli adulti agiscono da un lato da modelli a cui ispirarsi con il loro comportamento reale, dall’altro, possono insegnare ai figli la conoscenza o l’attenzione necessarie in situazioni o luoghi reali nei tragitti quotidiani.

Tra gli obiettivi del programma di educazione alla mobilità e al traffico negli asili, sono incluse, tra le altre, la promozione delle capacità cognitive, l’allenamento della psicomotricità, l’insegnamento della comprensione sociale, la promozione delle competenze nell’affrontare situazioni di traffico e la creazione della motivazione del bambino a contribuire al miglioramento dell’ambiente.

A scuola, in base al tipo di partecipazione al traffico e al raggio d’azione dei bambini, l’attenzione è rivolta, in primo luogo, alla formazione scolastica e all’educazione alla mobilità ciclistica. Oltre a impartire una conoscenza delle norme e la sensibilizzazione verso il comportamento sociale, nonché per le situazioni di traffico pericolose, i bambini imparano in pratica a viaggiare in sicurezza in sella alla bicicletta e ad agire in modo sicuro in ambito scolastico e a casa.

Negli anni successivi, l’educazione alla mobilità e al traffico si concentra principalmente sulla trasmissione di comportamenti sociali appropriati. Anche le basi giuridiche e le conoscenze specifiche in materia di alcol e droghe sulla strada rivestono un ruolo significativo. L’attenzione è inoltre rivolta all’assunzione di un comportamento di mobilità sicuro e responsabile, nonché alla sensibilizzazione degli aspetti economici e ambientali della mobilità. Per sostenere il lavoro in ambiente scolastico, è essenziale una collaborazione con partner e istituzioni all’esterno. Oltre a genitori e forze di polizia, questi includono società di trasporto, associazioni, organizzazioni e iniziative.

Condividi pagina