Il tuo browser è obsoleto.

Internet Explorer non è più supportato. Utilizza un altro browser per una migliore qualità del sito web.

L’uso dell’hoverboard permette di essere più veloci dei pedoni, ma altrettanto più indifesi

mag 2019

Tecnologia Dei Veico

Hoverboard

A Hollywood negli anni ‘80, il cosiddetto hoverboard era ancora un sogno riservato al futuro: Michael J. Fox lo utilizzava nel grande classico “Ritorno al futuro”. Oggi, i veicoli elettrici monoasse autobilanciati funzionano davvero, anche se non fluttuano, e sono particolarmente apprezzati da bambini e adolescenti. A differenza dell’ormai conosciuto segway, tuttavia, queste board non dispongono di un “timone direzionale”. Il movimento delle ruote è controllato solamente da due motori elettrici che si attivano spostando il peso dei piedi.

Ma i rischi degli hoverboard sono, a differenza che a Hollywood, una realtà. Questo è sottolineato dal crash test condotto da DEKRA: un’auto si è scontrata a circa 40 km/h con il manichino sull’hoverboard, che è stato scagliato a 18,8 metri. Un incidente reale avrebbe provocato gravi lesioni. Proprio come per i pedoni, i conducenti di hoverboard non sono protetti nel traffico e rischiano moltissimo in caso collisione con le auto, ad esempio. A velocità fino a 20 km/h, tuttavia, un hoverboard viaggia molto più velocemente di un pedone. Poiché gli automobilisti di solito non se lo aspettano, le situazioni critiche sono inevitabili. Persino le collisioni tra i conducenti di hoverboard e pedoni possono avere conseguenze dolorose. In Germania è attualmente in vigore un regolamento sui piccoli veicoli elettrici per regolamentare le aree di utilizzo (carreggiata, piste ciclabili o anche marciapiede) e la relativa velocità di veicoli con motore elettrico con o senza timone o barra di supporto, come scooter elettrici e hoverboard. Attualmente, è proibito l’utilizzo su strade pubbliche. La regolamentazione dovrebbe fornire chiarezza in merito a questo punto e alla questione dell’obbligo di autorizzazione. Altri paesi dell’UE come Francia, Finlandia, Belgio e Danimarca consentono l’uso di piccoli veicoli elettrici con una velocità massima di 20 km/h, altrimenti sono equiparati a biciclette o pedelec in termini giuridici.

Condividi pagina